Roberto Evangelisti legge ” Wather lines 4″ di Giuseppe Bernini

La Fotografia è l’unica forma d’arte che intrattiene con il tempo un rapporto preciso. Attraverso lo scatto questo rapporto può essere istantaneo teso, dunque, ad ottenere la massima nitidezza oppure dilatato in maniera da avere, attraverso il mosso che ne deriva, una referenza suggerita che libera l’immaginazione dell’osservatore.

Giuseppe Bernini per la sua foto sportiva ha scelto un tempo dilatato ed il risultato affascina: è il momento dello “stacco” dell’atleta che in questo sport corrisponde sicuramente al massimo della dinamicità.

L’uso di un panning leggero ha salvaguardato la leggibilità delle atlete. I colori sono forti ed il cromatismo vario dei costumi contribuisce a differenziarle. Piace la diagonale della pedana che non è invadente perché “suggerita”.

Attimo, composizione, taglio tutti ingredienti presenti nell’ottima fotografia di Bernini che, rispettando i limiti del mezzo fotografico, regala una lezione di creatività.

Roberto Evangelisti

Share this Post